Passa ai contenuti principali

"L'arte perduta della gratitudine" di Alexander McCall Smith







Finalmente è arrivato in Italia il sesto libro della serie che vede protagonista Isabel Dalhousie.
Filosofa dilettante, direttrice della Rivista di Etica Applicata, madre del piccolo Charlie e compagna di Jamie.
Donna.
Fragile e forte.
Insicura ma combattiva.
Innamorata.

Come ben sappiamo, il difetto di Isabel, è sempre quello di farsi coinvolgere in controversie che riguardano altre persone. In questo caso, lasciando che il suo istinto venga tradito dalla ragione e dalla morale, essendo lei una filosofa di questo ramo, si immischierà in fatti poco chiari e dalle molteplici sfaccettature.

Di chi ci si puo' davvero fidare?

Domanda che dovranno porsi anche altri protagonisti..

Cat.
Nipote di Isabel.
Ex fidanzata di Jamie.
Alle prese con un nuovo amore.
Un funambolo.

Compare Volpone.
Ferito e sanguinante.

Il Professor Lettuce.
Filosofo. Studioso di Hume.
Difensore del collega Dove.

La verità non è sempre dove pensiamo sia.

Le persone, a volte, vengono ingannate per il loro bene. Altre, a puro scopo egoistico, per dannegiare qualcun'altro.

E, in tutto questo, che posto trova la gratitudine?
La capacità di dire grazie a chi fa qualcosa per noi?

Jamie e Isabel ne conoscono l'importanza.
Vivono i piccoli gesti quotidiani e il loro amore come un dono.
Di cui essere grati.
Ogni giorno.





Una nuova e un po' contorta avventura per Isabel Dalhousie.
Godibilissima, accompagnata da una tazza di tè, in un'assolata e ventosa giornata autunnale.



Commenti