Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2017

"Americanah" di Chimamanda Ngozi Adichie

Americanah è un gioiello. Non esistono le parole giuste per descrivere un libro di questo tipo. Se mi mettessi a raccontare per sommi capi la trama, perderebbe sicuramente di fascino perchè è la storia di una ragazza e della sua crescita, delle sue scelte lavorative, amorose e di pensiero. E' il passaggio dall'adolescenza all'età adulta. E' il passaggio da uno stato, la Nigeria, apparentemente senza prospettive, che le permette di vivere da nera tra neri, ad una nazione promettente e piena di opportunità dove è solo l'ennesima immigrata nera in un guazzabuglio di razze più o meno integrate nella società americana. E' il percorso di una donna e della sua affermazione come tale. E' splendido. Non è semplice, all'inizio bisogna ingranare con il giusto ritmo ma poi non ci sarà bisogno di forzare la mano grazie ad una scrittura superba e ad una protagonista indimenticabile. Ti trasmette la voglia di fare, tentare e conoscere senza mai dimenticare chi si è e…

Stregati dallo Strega. La controversa cronaca di Teresa Ciabatti e la mia riflessione.

Chi ha seguito l'epopea della mia lettura del quasi premio strega La più amata di Teresa Ciabatti, è anche a conoscenza del fatto che il libro e la storia dell'autrice mi han portata ad un approfondimento fatto di interviste e video. Durante questi vagabondaggi tra blog e siti più o meno schierati, ho trovato un riferimento ad un pezzo, pubblicato dall'autrice stessa sul Corriere della Sera, in cui ci porta con lei lungo i mesi, giorni e minuti che la separano dall'accaparrarsi il Premio.

Non starò a dirvi che ne ho lette di ogni su questi stralci dell'autrice e sicuramente saprete che le suddette esternazioni hanno provocato un diverbio con il vincitore Cognetti.

Vi starete chiedendo: perchè mai ci stai raccontando questi fatti triti e ritriti?
Perchè?
Perchè sono rimasta affascinata in modo inaspettato dal racconto di Teresa Ciabatti. La sua cronaca mi ha riportata al libro. La prima cosa che ho pensato leggendo quelle righe, è stata di esser ancora tra le pagin…

"La fioraia del Giambellino" di Rosa Teruzzi

La sposa Scomparsaci ha permesso di entrare nel mondo del Casello di Libera. Casa accogliente, un tempo libreria e ora negozio di bouquet da sposa. Un angolo bello sui navigli milanesi. Un luogo dove una madre aveva cercato risposte sulla scomparsa della figlia. Un luogo dove due donne, Libera e Iole, si son prese a cuore la vicenda e tra mille peripezie hanno dato ad una madre inconsolabile una risposta definitiva. Un luogo dove aleggia ancora il fantasma di Saverio, il marito poliziotto di Libera, ammazzato perchè sulla giusta pista in una caso importante, padre di Vittoria, all'epoca neonata, diventata poliziotta per scoprire la verità sulla scomparsa del padre.

In questo nuovo capitolo è Manuela a bussare alla porta del Casello. Desidera un bouquet colorato, adatto al suo matrimonio d'amore e convincere la madre a rivelarle il nome di suo padre, per poter avere qualcuno che l'accompagni all'altare.
Libera non riesce a non farsi coinvolgere in una ricerca all'ap…

"La più amata" di Teresa Ciabatti

Ci ho messo un po' a scegliere le giuste parole per affrontare questo romanzo. L'ho letto a luglio, sotto l'ombrellone, in un paio di giorni. Camminando sulla spiaggia ho avvistato più di una persona immersa nella lettura e avrei tanto voluto avvicinarmi e iniziare a discutere di queste pagine allo stesso tempo così scorrevoli e dense, pagine che lasciano dentro grumi di insoddisfazione, rabbia e voglia di saperne di più, di chiudere un cerchio destinato a rimanere inesorabilmente aperto.
La storia è quella dell'autrice, gli anni d'oro dell'infanzia e il declino arrivato dopo il sequestro del padre e la separazione dei genitori. La protagonista si mostra in tutta la sua fragilità, spesso in scene umilianti, nella continua ricerca di affermazione, protetta e minacciata dall'ombra di un padre ingombrante. Un padre che si rivela diverso da quello amato e immaginato, un padre dalle molte vite piene di segreti che finiranno sepolti con lui. Segreti che la figli…

"Non ditelo allo scrittore" di Alice Basso

Io, questo terzo libro di Alice Basso, l'ho a dir poco divorato. Ho amato ogni sfumatura di questa Vani, ogni pensiero, ogni pezzetto di cuore messo a nudo e gettato oltre l'ostacolo. Posso solo dire: ancora! ancora! ancora!
Questo è un libro che mette a nudo l'anima protagonista. L'aura di solitaria, buia, cuore di pietra viene scalfita nei punti più sensibili e Vani emerge, in tutta la sua fragilità. Il passato, tra i banchi di scuola e la famiglia, gli amori che furono, le frequentazioni perse nelle pieghe della storia e le persone che han lasciato un segno e han tracciato una via. I ricordi riaffiorano, così come la consapevolezza di ciò che non desidera essere, riflessa negli occhi di uomo vissuto nell'ombra per anni e salito alla ribalta con il suo bagaglio di rancori. Ritorna Riccardo, in una frenetica caccia alla riconquista di un cuore che non ammette di conoscere già il volto della persona amata. E noi ci lasciamo travolgere, dall'onda dei ricordi, d…

"Amori perduti di gioventù" di Alexander McCall Smith

Ottavo capitolo della serie che vede protagoniste la città di Edimburgo e la filosofa Isabel Dalhousie. Le atmosfere e la narrazione sono meravigliose come sempre. L'intreccio giallo è interessante e non banale. Purtroppo si perde un po' la trama delle relazioni. Cat è una macchietta a cui succede qualcosa che però non viene spiegato in modo chiaro. Potrebbe avere problemi sia lavorativi che di cuore ma nessuno dei due filoni viene approfondito, anche il rapporto con Isabel sembra freddo e pieno di preconcetti inutili. Lo stesso vale per Jamie che cucina sempre le solite patate [vedi ricetta], suona il controfagotto e si, ama Isabel ecc ecc ma non ha spessore. Jamie dove sei???  E poi ci sono Grace la governante e Charlie il bambino che tutti amano, due esemplari che scorrazzano in libertà senza particolari restrizioni, nonostante non sempre si comportino in modo corretto, sopratutto Grace. 
La verità è che sono rimasta un po' delusa da questo nuovo libro tanto atteso. Se…

"Il mistero di Villa Saturn" di M.R.C. Kasasian

Dopo I delitti di Mangle Street e La maledizione di Casa Foskett, ecco il terzo volume delle indagini di Mr. Grice e March Middleton, i detective di Gower Street.
Il titolo originale Death Descends on Saturn Villa  rende benissimo l'atmosfera di questo nuovo capitolo. Intricato, cupo ed estremamente intrigante, regala al lettore un'indagine magnifica e piena di pathos. Sarà infatti March ad essere accusata di efferati delitti e intricati giochi di simulazione. Realtà e fantasia, racconti del passato e stralci di diario si mescoleranno, dando al lettore la sensazione di essere ormai perduti. Sindney Grice districherà la matassa che lega il passato ed il presente di Mrach, custode di inconfessabili e truci segreti. 
Questo terzo volume è ancora più bello e coinvolgente rispetto ai precedenti. La vicenda è tanto semplice quanto impossibile da decifrare. La verità così vicina da non essere visibile con chiarezza. Il racconto è corale, ci sono i diari e la voce di March e quella di…

"L'ho sposato, lettore mio. Sulle tracce di Charlotte Bronte" di Tracy Chevalier & AA.VV.

Ho desiderato leggere questo libro fin dalla sua prima apparizione. Mi aspettavo una lettura dedicata a Charlotte Bronte, una di quelle biografie romanzate che amo tanto, in realtà si tratta di una raccolta di racconti (di varie autrici) ispirati a Jane Eire.  Io non sono una grande fan di Jane. Ci sono orde di ragazze che amano questo personaggio ma io non sono mai riuscita ad apprezzarla a pieno. Mi piace moltissimo la scrittura di Charlotte e in generale ho apprezzato il romanzo, ma la protagonista, Jane, io proprio non la sopporto!




La raccolta creata da Tracy Chevalier si compone di racconti di vario tipo, alcuni si propongono come nuovi punti di vista o finali alternativi a quelli del famoso classico, altri trasportano il lettore in altri tempi e luoghi, dando vita a moderne Jane o celebrando amori che la ricordano.
Alcuni racconti sono molto piacevoli e regalano al lettore sorprendenti ed interessanti spaccati di vita,  altri purtroppo non mi han trasmesso molto rivelandosi noiosi e…

Un'estate fa. Deliri da stanchezza e bisogno di vacanza.

E' da un po' che non pubblico un post per il solo gusto di scrivere, raccontare o semplicemente fare il punto della situazione. Dovrei pubblicare una recensione in cui vi parlo del libro appena concluso: L'ho sposato, lettore mio. Un libro che si è rivelato diverso da ciò che mi aspettavo e a tratti abbastanza inconsistente. Mi sento stanca in questi giorni, stanca di testa, non solo fisicamente. Dormirei ore, sognando le belle estati dei bambini, quei tre mesi senza pensieri a correre tra i prati, pranzare nella cucina fresca e rituffarci sotto il sole, fino a sera, quando i nonni dovevano venire a recuperarci per ricondurci all'ovile e poi bagno, cena e a letto.
Che bellezza.




Mi manca il riposo completo, il profumo del'erba cotta dal sole, qualcuno che cucini, lavi e stiri per me. Lo so, hai voluto la tua casa, il tuo Metà e tutto il resto?
Sissignori! L'ho desiderato e lo apprezzo ogni giorno, tranne oggi che sono stanca e mi trascino come uno zombie. L'…

"Malaparte. Morte come me." di Sorti & Monaldi

Primo incontro con Curzio Malaparte e con la scrittura di Sorti e Monaldi, primo viaggio a Capri.
Questo libro ha la capacità di trasportarti lontano, nel vero senso della parola. La realtà è tangibile, Capri è l'isola sulla quale ci muoviamo tra feste, natura lussureggiante, sentieri, case modeste e magnifiche ville. Dopo poche pagine la voglia di partire per l'isola è fortissima. Lo stesso vale per il periodo scelto, ultimi attimi di pace prima dell'invasione di Hitler alla Polonia. L'atmosfera è sfavillante, i protagonisti sono personaggi del bel mondo, aristocratici, politici, attori e miliardari. In questo guazzabuglio di umanità tutti si conoscono, tutti sanno e spesso tacciono o sussurrano piano i segreti degli altri. Capri è una piccola isola e le notizie corrono veloci. Malaparte spicca in tutta la sua irruenza. Una figura controversa e piena di inventiva. Parla per lui la casa di Capo Massullo. Una meraviglia che non vedo l'ora di poter ammirare con i mi…

#videorecensione "Aurore" di Enrique Fernandez

Aurore è una favola dalla grafica meravigliosa.
Vi racconto le mie impressioni,
sfogliando le pagine del libro 🌈



"Aurore" di Enrique Fernandez

Aurore è una graphicnovel di grande impatto visivo.
Una fiaba più adatta ad un lettore adulto che ad un bambino.





La storia narrata è quella di una tribù i cui componenti hanno perso la fiducia nel prossimo e la fede nel mondo e nella natura. Il rapporto con gli spiriti si fa teso, la sciamana non riesce ad entrare in comunicazione con loro e un giorno, due bambini, si trasformano in dorati gusci vuoti, dopo avere toccato le acque del fiume, improvvisamente tintosi d'oro. 







Aurore, è una dei due bambini trasformati in pietra. Il suo spirito si palesa alla sciamana che la affida ad un magico compagno di viaggio, affinchè salvi il suo villaggio e il mondo da questa perdita di fede. Lo dovrà fare con una canzone che ridoni speranza e orgoglio al suo popolo e a tutte le creature che non vogliono più aver nulla a che fare con l'uomo.








Le premesse di questa graphicnovel sono splendide. I temi attuali e di grande importanza, trattati con delicatezza. I colori e i tratti rispecchiano le…

Cinque. Auguri Paroleinpentola.

Sono passati cinque anni dal primo post su paroleinpentola. Cinque anni di libri letti e recensioni scritte o filmate. Sono cambiate mille cose nella mia vita e tra le pagine del blog. Il cambiamento è ciò che ha permesso a questo spazio di rimanere in vita e crescere, insieme alla costanza, alla gioia di scrivere e alla passione per questo ritaglio di mondo nel quale riversare pensieri e creatività.
Un ritaglio che non avrebbe senso senza i lettori, gli appassionati e gli amici che si sono creati attorno a me e ai canali legati al blog 💖

Cinque volte grazie. Cinque volte auguri a noi 🎂


#videorecensione "Paper girls vol.2" C.Chiang & B.K.Vaughan

Una chiacchierata sul secondo volume di Paper Girls 🍎



#videorecensione "Paper Girls vol.1" C.Chiang & B.K.Vaughan

Il primo volume di Paper Girls raccontato da me 📭📰



"La maledizione di Casa Foskett" di M.R.C.Kasasian

Secondo volume della saga dei Detective di Gower St. 🔍

Se I delitti di Mangle Street mi aveva lasciata un po' perplessa per la mancanza di un adeguato sviluppo dell'indagine, questo secondo libro mi ha conquistata. Il lettore vede dipanarsi pian pano una matassa ingarbugliata e piena di colpi di scena. Il finale è spettacolare e vale tutta l'indagine precedente.

March diventa parte integrante della squadra di Mr.Grice, viene ancora sgridata per i suoi vizi e la sua visione femminile ma il suo contributo, a volte casuale, è tangibile. Scopriamo anche qualcosa, molto poco purtroppo, sul suo passato come assistente del padre durante la guerra in India e sulla sua tragica storia d'amore.

Mr.Grice mantiene il suo caratterino difficile ma la genialtà che lo contraddistingue è trascinante durante la ricerca del colpevole. La sua visione d'insieme mette in luce particolari ai quali non avevamo dato peso, dettagli apparentemente insignificanti prendono forma e corpo davan…

#unboxing [maggio'17]

Il bottino del venerdì alla bancarella dell'usato! :)



"Gattoterapia" di Giorgio Pirazzini

Ho questo libro in archivio da un sacco di tempo. Mi era stato inviato dalla casa editrice perchè ricco di ricette davvero interessanti da poter aggiungere al mio progetto "il cibo nei libri".
E' rimasto però a decantare fino a settimana scorsa quando, bisognosa di un formato digitale, son andata a cercarlo.


E' una storia molto particolare quella raccontata in queste pagine. Non lasciatevi ingannare dalla copertina o dal titolo, non è la solita storia del gatto tanto amato che salva una famiglia/coppia/altro e poi lascia questo mondo tra lacrime e deliri.
No. Questa è una storia di felinità.

Un uomo, lasciato dalla moglie, entra in un gruppo di gatti e scopre come il vivere in modo gattoso possa costituire un salvagente, nel mare in cui sta naufragando. Seguiranno il successo, tradimenti, omicidi, cene luculliane, fusa in calze tigrate e un gatto (vero, questa volta) a fargli da spalla e consigliere.
Follia?
Non ci è dato saperlo!
Il limite tra realtà e fantasia, pa…

"La libreria di zia Charlotte" di Thomas Montasser

Questo libro è una carezza, un balsamo per il cuore.

La storia è quella di Valerie, una giovane laureata in economia aziendale che si ritrova a dover gestire la vecchia libreria della zia, sparita nel nulla senza lasciare indicazioni particolari, a parte affidarle la cura della propria attività.

Il primo approccio a questa nuova avventura è distaccato e matematico. Liste, obiettivi, inventari man mano vengono accantonati in favore di una lettura e una tazza di tè, preparato con il samovar russo della zia. Si apre così un mondo di meraviglie. La libreria inizierà a diventare parte integrante della vita della ragazza. I suoi segreti verranno svelati e arriveranno anche dei clienti, in cerca di rifugio dalla vita di tutti giorni, di libri introvabili o di libri di rara bellezza.

Ogni lettore conosce il piacere fortissimo che la lettura puo' dare. Il distacco dal mondo e la necessità di esplorare dimensioni che diventano familiari al punto da correre parallele alla propria vita quoti…

"Allontanarsi. La saga dei Cazalet." di Elizabeth Jane Howard

Allontanarsi è il quarto volume della Saga dei Cazalet. Se non sapete di cosa sto parlando, il consiglio è quello di partire da Gli anni della leggerezza, il primo libro della saga. Se invece vi siete persi dei pezzi o avete bisogno di un breve ripasso, Il tempo dell'attesa e Confusione.

La narrazione si sviluppa a cavallo tra il 1945 e il 1947. Sembrano molti anni, quelli condensati nelle pagine di Allontanarsi, tante sono le voci che compongono la narrazione, tanti i fatti e i pensieri. La Storia con la S maiuscola influenza la famiglia e le nuove vite dei protagonisti; la vittoria dei Laburisti e la disgregazione dell'Impero, i viaggi in America e la fine della Guerra aprono nuovi scenari e possibilità. 
I cambiamenti in atto nel libro precedente, primo fra tutti l'allontanamento da Home Place ed il ritorno delle varie famiglie nelle proprie case di città, prenderanno pieghe inaspettate o condurranno a importanti svolte nelle vite dei protagonisti. I nodi verranno al pe…

"Alito e calce" di Francesco Randazzo

Ho conosciuto la scrittura di Randazzo un anno fa, grazie ad una copia di Tu non lo sai da dove vengoarrivata in un pacchetto spiegazzato. Non sapevo nulla dell'autore e della storia ma le poche righe di trama mi avevano subito convinta.
La prima intuizione a volte è proprio quella giusta, Tu non lo sai da dove vengo, è un libro che mi ha colpita molto e ancora porto dentro. E' brevissimo ma ti si incolla addosso come poche letture sanno fare.
Alito e calce è stato una piacevole scoperta. Il titolo mi ha riportata subito alle atmosfere della città in cui i due protagonisti vagano. Il caldo, il vento, la terra e gli scogli. La verità è che mi ha sorpresa moltissimo. Ho ritrovato la scrittura essenziale, potente ed evocativa e scoperto nuove angolazioni di un microcosmo che, per me, sarà sempre legato a quella prima lettura.
Leggere una raccolta di poesie tutta d'un fiato è cosa rara. Io mi ci sono tuffata, seguendo il filo di immagini e vivide sensazioni. C'è qualcosa d…

"La figlia femmina" di Anna Giurickovic Dato

La prima cosa che mi ha colpita di questo libro sono le descrizioni. I colori, gli odori e ogni piccolo dettaglio si materializzano in tutta la loro potenza davanti all'occhio del lettore. I suk del Marocco, le bancarelle, un raggio di sole sul viso o la trama di un abito, tutto, tutto diventa tangibile e come un incanto strega il lettore.

La seconda cosa che mi ha colpita profondamente, è il fatto attorno al quale tutto ruota. La violenza con cui tanta realtà colpisce e trasforma la bellezza che prima circondava i protagonisti, cala rapida come un pugno nello stomaco, dopo poche pagine dall'inizio del libro. E' uno sfregio su una tela perfetta. Una nuova lente che influenza la lettura delle pagine successive.





Chi ci porta tra spezie, sete, oscuri segreti, passato e presente è Silvia, voce narrante e punto di vista privilegiato. Ex moglie di un diplomatico di istanza a Rabat e madre di Maria, adolescente chiusa in se stessa e rabbiosa, vittima di continui sbalzi di umore …

"Un amore di Salinger" di Frédéric Beigbeder

All'inizio mi ha lasciata un po' perplessa questa versione romanzata dell'incontro tra J.D Salinger e Oona O'Neill.  Non riuscivo a vederlo come un libro su Salinger e, ora che sono giunta alla fine, so che la protagonista è lei, Oona, e il mondo dorato in cui vive, in contrasto con la guerra a cui partecipa Salinger. Il loro incontro è il pretesto da cui tutto scaturisce e si mescola con la vita di altri grandi della letteratura (Truman Capote, Hemingway, Orson Welles...) e perfino con un aneddoto personale della vita dell'autore.  Ho apprezzato molto la scrittura e le ambientazioni dell'epoca ma la riscrittura di lettere e dialoghi, purtroppo, mi ha lasciato addosso quella sensazione di artefatto, finto, creato a tavolino.  Creato molto bene ma, per una curiosa come me, senza la meraviglia e la sensazione di frugare in una scatola segreta nascosta sotto un letto in una casetta nel bosco o in un inaccessibile maniero svizzero ✨




L'amore corrisposto è felice…

"Paper girls vol.2" di Cliff Chiang & Brian K. Vaughan

Secondo coinvolgente episodio della saga di Paper Girls [qui il primo].  Le ragazze sono state catapultate nel 2016, rischiando di essere investite da una macchina guidata dalla Erin del futuro.  L'incontro tra le due è intenso e pieno di dubbi e domande, ma anche molto divertente quando la Erin del 1989 chiede stupita all'altra "viviamo ancora nella stessa casa!?"





Ovviamente i cattivi non si accontentano di verificare la sparizione delle ragazze ma mettono in atto una ricerca temporale per ritrovarle. Le parole del grande capo sono estremamente criptiche e anche in questo caso i dubbi sulle reali intenzioni degli adulti sono alimentate dall'apparizione di una terza Erin.



La terza Erin parla la lingua fatta di simboli, la stessa dei ragazzi che hanno salvato la sua antenata da morte certa. E' un personaggio ambiguo la nuova Erin. Completamente diversa da quella degli anni 2000, ostenta la sicurezza di "chi sa" e allo stesso tempo non trasmette pien…